Festa del Cinema di Roma 2016: le proiezioni accessibili

logo-festa-cinema-roma-2016

Blindsight Project è lieta di annunciare che, anche quest’anno come per le precedenti edizioni dal 2010, la Festa del Cinema di Roma offrirà l’accessibilità per le persone disabili sensoriali, per le proiezioni italiane.
Saranno due i film italiani accessibili, in concorso alla undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, dal 13 al 23 ottobre 2016, presso l’Auditorium Parco della Musica, Viale Pietro de Coubertin, 30 – ROMA.
Come ogni anno, la Festa coinvolgerà numerosi altri luoghi della Capitale: si partirà dal Villaggio del Cinema – nel quale sarà allestita una tensostruttura di circa ottocento posti – e si arriverà alle sale in città, dal centro alla periferia. La Festa avrà inoltre luogo presso le strutture culturali più importanti della Capitale e disporrà di uno speciale red carpet in via Condotti, in collaborazione con l’omonima associazione.
La manifestazione ospiterà anche un ampio e stimolante programma di proiezioni, incontri, omaggi, eventi, convegni (leggi tutto http://www.romacinemafest.it/).

La prima proiezione accessibile (con audiodescrizione e sottotitolazione eseguita da Sub-ti) sarà quella del 15 ottobre: “SOLE, CUORE AMORE”, di Daniele Vicari (Italia, 2016, 113’).
Cast: Isabella Ragonese, Francesco Montanari, Eva Grieco, Francesco Acquaroli, Giulia Anchisi.
Presso la sala Mazda Cinema Hall dell’Auditorium, ore 20:00.
Trama: storia di sorellanza e solidarietà tra due donne, Eli e Vale, che hanno fatto scelte opposte nella vita.
La prima ha poco più di trent’anni, un marito e quattro figli.
Vive in una cittadina in provincia di Roma e ogni giorno impiega molto tempo per andare a lavorare in città.
Deve fare questa vita perché suo marito ha perso il lavoro. Nonostante la vita dura, Eli non perde mai la gioia di vivere. Vale, stessa età, è una danzatrice e dedica la sua vita all’espressione artistica, è sola e non deve rendere conto a nessuno.
A volte, durante il giorno, Vale prende con sé i bambini di Eli e li porta fuori, oppure li aiuta a fare i compiti. Ma l’amore e il desiderio di vivere non possono bastare a lenire la fatica di cui si carica Eli.

La seconda proiezione (accessibile come sopra), sarà quella del 21 ottobre: “7 MINUTI”, di Michele Placido (Italia, Francia, Svizzera, 2016, 92’).
Cast: Clémence Poésy, Anne Consigny, Cristiana Capotondi, Violante Placido, Ambra Angiolini, Fiorella Mannoia, Maria Nazionale, Ottavia Piccolo.
Presso la sala Mazda Cinema Hall dell’Auditorium, ore 20:00.
Trama: da una storia vera. I proprietari di un’azienda tessile italiana cedono la maggioranza della proprietà a una multinazionale. Sembra che non siano previsti licenziamenti, operaie e impiegate possono tirare un sospiro di sollievo.
Ma c’è una piccola clausola nell’accordo che la nuova proprietà vuole far firmare al Consiglio di fabbrica.
Undici donne dovranno decidere per sé e in rappresentanza di tutta la fabbrica, se accettare la richiesta dell’azienda.
A poco a poco il dibattito si accende, ad emergere prima del voto finale saranno le loro storie, fatte di speranza e ricordi.
Un caleidoscopio di vite diversissime e pulsanti, vite di donne, madri, figlie.

Blindsight Project vi invita a partecipare, ricordando che non sono poche, ancora, le difficoltà incontrate per avere un film accessibile in Italia, come invece previsto per ogni proiezione dalla Convenzione Onu per le Persone Disabili.
Quindi tutti qui a Roma al cinema, il 15 e il 21 ottobre prossimi nella sala Mazda dell’Auditorium di Roma.
Tante sono le cose che bisognerebbe dire, quando si affrontano temi quali la mobilità e l’autonomia di chi è disabile sensoriale in questa nazione, ma una cosa è certa: dopo anni di nostro duro lavoro, e anche grazie alla collaborazione di Fondazione Cinema per Roma, gli unici che hanno finora accolto le nostre richieste di abbattimento barriere sensoriali e adeguamento ad altri paesi europei per ogni proiezione, le persone disabili sensoriali sono finalmente molto interessate al cinema, e a tutto ciò che ruota intorno ad esso, ad esempio il voto al festival, o le discussioni sui vari social riguardo un film, possiamo confermarlo con piacere, visto che si è partiti dal nulla assoluto.
Finora questo è stato possibile solo grazie a poche, rare e sparute, proiezioni: o al Festival del Cinema di Roma, o in qualche altra sala italiana, e questo dovrebbe finire.
Chi fa un film deve pensare a renderlo accessibile, abbiamo più volte informato su questo (leggi l’articolo), ma senza risultati pare, e siamo pronti a tornare a bussare ad ogni porta per non discriminare più nessun cittadino italiano (visto che in altre lingue l’accessibilità è una cosa normale da anni).
Non si dica più che: “il cinema italiano è inaccessibile a chi non vede o non sente, perché non c’è richiesta e partecipazione“.

Per il programma ed ogni informazione utile sul festival:
http://www.romacinemafest.it/wp-content/uploads/2016/10/GUIDA_PUBBLICO_05_10.pdf .

AGGIORNAMENTO DEL 10/10/16:
Attenzione:
1) Le cuffiette non vanno prenotate, verranno distribuite all’ingresso, previo documento di identità valido che verrà restituito alla consegna delle cuffiette all’uscita.

2) Tutte le persone disabili hanno una riduzione del 20% sul biglietto, comprese le proiezioni accessibili, e l’accompagnatore entra gratuitamente.

Per ogni altra informazione vi rimandiamo alle indicazioni fornite sopra, grazie.

Rimaniamo comunque a disposizione per ogni informazione, scrivere a: [email protected], e grazie a nome di tutta Blindsight Project a chi parteciperà.

Blindsight Project (Laura Raffaeli)

Lascia un commento