Al momento stai visualizzando FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA 2012: 4 LE PROIEZIONI ACCESSIBILI

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA 2012: 4 LE PROIEZIONI ACCESSIBILI

logo blindsight projectfestival cinema roma 2012consequenzeROMA, 7 Novembre 2012

Il Festival Internazionale del Film di Roma  anche quest’anno offrirà alcune proiezioni accessibili, con sottotitoli e audiodescrizioni, grazie alla sensibilità degli organizzatori e all’impegno di Blindsight Project e Consequenze, Partner Ufficiali del Festival che da anni collaborano per l’accesso libero al cinema. L’integrazione è quindi possibile, anche se rimangono ancora altre barriere da abbattere, quali ad esempio il problema della mobilità per le persone con disabilità visive, che due anni fa fu da noi risolto con un servizio di minibus della Provincia di Roma, poi soppresso.

Ma la barriera più grande da abbattere sono gli ostacoli che le istituzioni pongono ogni volta che si vuole realizzare accessibilità, ostacoli superati nel caso di un party o altri avvenimenti mondani, che potrebbero essere sostituiti, più democraticamente, con un numero più alto di proiezioni accessibili, e non solo 4 o addirittura 3 come al FictionFest di quest’anno, rispetto alle ben 10 del 2009! Le istituzioni devono iniziare ad inserire la voce di spesa “accessibilità” non più tra le spese extra ma tra quelle obbligatorie, come già succede in altri paesi europei da tempo, perché l’accessibilità è un diritto e non un favore da fare alle persone disabili. Ci auguriamo di avere il sostegno delle persone con disabilità sensoriali per i cui diritti Blindsight Project è sempre in prima linea, affinché si capisca, anche in base alle presenze in sala, che un sottotitolo e un’audiodescrizione sono importanti per tutti, che non si può parlare di democrazia e civiltà nel momento in cui una persona viene discriminata solo perché non sente o non vede, come ancora succede in questa nazione, e purtroppo non solo al cinema. Potrebbe e dovrebbe essere molto semplice, invece dietro ogni proiezione accessibile c’è sempre e ancora un lavoro disumano e un impegno enorme, sia fisico che economico, da parte di chi, come Blindsight Project ed anche Consequenze, operano come volontari per questa causa.

È una barriera mentale quella che considera ancora  una novità o un fenomeno la persona cieca o sorda che segue un film comprendendo tutto, dai testi alle immagini, grazie ai sottotitoli e all’audiodescrizione.

Non bisogna stupirsi quando, purtroppo raramente, un cinema o un festival di cinema offrono accessibilità senza alcuna discriminazione, ma bisogna stupirsi del fatto che ancora per molti italiani con disabilità sensoriali un film accessibile è un sogno, e per altrettanti italiani “normodotati” è una grande novità, soprattutto che per le istituzioni questo rappresenta ancora una “spesa impossibile” o un “grande regalo”, nonostante si tratti della spesa più bassa che c’è in ogni budget!

Le proiezioni accessibili di questa settima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma saranno realizzate da Sub-Ti e saranno tutte proiettate al Cinema Barberini nella Sala 1 – Piazza Barberini 24 – Roma.

È prevista una riduzione per persone con disabilità sensoriali (diritto a un biglietto omaggio più un biglietto con riduzione del 20%).

I biglietti possono essere acquistati al cinema Barberini oppure all’Auditorium. Nel caso di gruppi si può prenotare scrivendo a questo indirizzo email: [email protected] 

Il numero dell’infopoint per tutte le info su titoli e orari è: 06-40401985.

La segreteria di Blindsight Project è disponibile per ogni altra informazione al seguente indirizzo email: [email protected]

I titoli delle proiezioni accessibili della VII edizione del Festival del Cinema di Roma sono i seguenti:

L’isola dell’angelo caduto, mercoledì 14 novembre, ore 15.00.

Carlo Lucarelli – Italia, 2012 – 99’.

Cast: Giampaolo Morelli, Gaetano Bruno, Rolando Ravello.

Opera prima di uno dei maggiori giallisti italiani.

Gennaio 1925. La chiamano l’Isola dell’Angelo Caduto perchè si dice che Lucifero dopo la ribellione a Dio sia precipitato su quello scoglio sperduto, adesso colonia penale del nascente regime fascista. Il commissario nominato da poco nell’isola si trova a indagare su una serie di strani delitti. Contro di lui le autorità locali: se accetterà la versione ufficiale sarà richiamato in continente, mentre se continuerà ad indagare resterà sull’isola, dove sua moglie Hana sta impazzendo. Dopo la televisione Lucarelli reinventa il cinema di genere.

Il volto di un’altra, mercoledì 14 novembre, ore 20.45

Pappi Corsicato – Italia, 2012 – 84’.

Cast: Laura Chiatti, Alessandro Preziosi, Lino Guanciale, Iaia Forte, Angela Goodwin.

Il più imprevedibile dei nuovi autori italiani, Pappi Corsicato, dirige i bellissimi Laura Chiatti e Alessandro Preziosi in una commedia scatenata e tagliente come un bisturi. Bella è la conduttrice di un programma televisivo di successo sulla chirurgia estetica. René, suo marito, è un chirurgo che nello stesso programma effettua gli interventi sugli ospiti. Bella viene licenziata a causa del calo di ascolti dello show. Infuriata, lascia lo studio televisivo e, sulla via del ritorno a casa, ha un brutto incidente d’auto e rimane sfigurata. Quello che potrebbe sembrare il colpo di grazia per la carriera di Bella, si rivela invece un’ottima occasione per rilanciare la propria immagine.

La scoperta dell’alba, venerdì 16 novembre, ore 15.00 

Susanna Nicchiarelli – Italia, 2012 – 92’.

Cast: Margherita Buy, Susanna Nicchiarelli, Sergio Rubini.

Roma, 1981: il professor Tessandori viene ucciso dai brigatisti. Nel 2011 Caterina e Barbara Astengo, bambine all’epoca della scomparsa del padre, mettono in vendita la casa al mare. In un angolo c’è un vecchio telefono che, nonostante la linea sia staccata, sembra funzionare. Quando Caterina compone il numero della sua casa di città di trent’anni prima, le risponde una voce di bambina: è lei, una settimana prima della scomparsa del papà.

Dal romanzo omonimo di Walter Veltroni.

E la chiamano estate, sabato 17 novembre, ore 17.30

Paolo Franchi – Italia, 2012 – 89’.

Cast: Isabella Ferrari, Jean-Marc Barr, Luca Argentero, Filippo Nigro, Eva Riccobono, Anita Kravos, Jean-Pierre Lorit, Christian Burruano.

Dino e Anna sono una coppia di quarantenni. La loro non è una relazione convenzionale: tra loro non c’è mai stato un rapporto fisico. È Dino che si sottrae, soddisfacendo la sua sensualità con prostitute e scambisti. Anna non è in grado di trovare una soluzione, non sa e non vuole mettere fine a questa tormentata, irrinunciabile storia d’amore. La sofferenza di Dino la fa sentire profondamente amata, unica. Tutto sembra rimanere senza soluzione, ma… Paolo Franchi (La spettatrice, Nessuna qualità agli eroi) conferma tutta l’audacia e l’originalità che gli hanno già valso la fama di regista più controverso del cinema italiano contemporaneo.

Blindsight Project (Ufficio Stampa) www.blindsight.eu

Questo articolo ha 7 commenti.

Lascia un commento